Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Teresa D'Angelo (2)   Tutte le interviste tutte le interviste
Teresa D'AngeloTelegiornaliste anno XVII N. 5 (655) del 10 febbraio 2021

Teresa D'Angelo, chiacchierando con amore
di Giuseppe Bosso

Con piacere incontriamo nuovamente Teresa D'Angelo, da poco iscritta all'albo pubblicisti della regione Campania.

Bentrovata, Teresa, a distanza di quasi un anno dalla nostra prima chiacchierata: l’iscrizione all’ordine per te rappresenta la scelta di orientare il tuo percorso verso il mondo dell’informazione dopo quello artistico?
«Ben ritrovati a voi, felicissima di fare un'altra bellissima chiacchierata sotto forma di intervista. In questi mesi è vero dopo l'iscrizione all'ordine dei giornalisti, il mio orientamento si è affermato tantissimo verso il giornalismo che sento pura parte di me, perché amo ascoltare intervistare e raccontare le storie delle persone o di personaggi più famosi».

L’esperienza di Chiacchierando con..., il format che hai sviluppato su instagram, prosegue con crescente successo grazie alla partecipazione di artisti e personaggi con cui interagisci: in prospettiva futura pensi di introdurre modifiche o miglioramenti?
«Sì, assolutamente, prosegue in modo molto sciolto, sono felice di aver creato questo format che mi sta dando tante soddisfazioni. Spero tanto che oltre il successo sul web, possa sposare il mio progetto una radio oppure una TV».

So che scegliere non è mai facile, ma se ti dovessi chiedere un personaggio maschile e uno femminile che ti hanno maggiormente coinvolta nella loro intervista chi indicheresti?
«Beh la scelta è abbastanza difficile, ho intervistato tante persone che non mi aspettavo fossero così cordiali solari ed espansive. Se dovessi scegliere un personaggio maschile dove mi sono veramente divertita ed ho apprezzato molti racconti del suo vissuto, mi è piaciuto intervista George Leonard del vecchio Grande Fratello. Invece come personaggio femminile, una donna estremamente dolce che di batte per altre donne, la splendida Eva Henger».

Oltre al format quali sono i tuoi prossimi progetti professionali?
«Per ora mi sto concentrando sul giornalismo e sul mio format, ma di sogni il cassetto è pieno: mi piacerebbe partecipare a programmi TV, condurre una rubrica, oppure fare un reality show, dove possono conoscere in pieno il mio carattere».

Quando ci siamo sentiti la prima volta eravamo all’inizio del lockdown: è passato un anno, e anche se non con le restrizioni di quel periodo dobbiamo ancora fare i conti con molte limitazioni della nostra vita sociale: cosa ti manca di più e cosa farai quando torneremo alla normalità?
«Sì è vero, è passato un anno. La mia speranza è ritornare a condurre i miei amati eventi e party, perché erano fonte di libertà gioia e divertimento. Il lavoro che amo, associato allo stare tra le persone che mi mettono allegria».

Ci sono protagoniste dell’informazione o dello spettacolo che consideri un modello da cui trarre ispirazione o che hai cercato di seguire nel tuo percorso?
«Sinceramente no, perché ho inventato il mio format Chiacchierando con... da sola, però guardavo molti programmi talk ed il mio mito è Mara Venier, conduttrice di vero calibro che prende tutto col sorriso».

Una giovane donna del sud Italia guarda alla parola futuro con più timore o più speranza?
«Guardo al futuro con tanta speranza, perché come dice il detto la speranza è l'ultima a morire, ed io ho ancora tanto cammino da fare».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster