Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Emily Shaqiri   Tutte le interviste tutte le interviste
Emily ShaqiriTelegiornaliste anno XV N. 15 (597) del 8 maggio 2019

Emily Shaqiri: il mio grazie a Miracle Tunes
di Giuseppe Bosso

Dallo scorso autunno è diventata in breve volto popolare e amatissimo tra i giovanissimi grazie alla live-action Miracle Tunes, grande successo su Cartoonito e su Italia 1; figlia del ballerino e coreografo Ilir Shaqiri e dell’attrice Emanuela Morini, incontriamo Emily Shaqiri; successo e fama non hanno intaccato la dolcezza di questa giovanissima attrice che con impegno e passione coltiva il suo sogno giorno dopo giorno, come ci racconta.

Ciao, Emily, grazie per la tua disponibilità: anzitutto a cosa stai lavorando adesso e quali sono i tuoi prossimi progetti?
«Ciao e grazie a te. Adesso sono impegnata con i live di Miracle Tunes che ci portano a girare l’Italia per esibirci davanti ai nostri piccoli fan nei centri commerciali. Per ora l’impegno con Miracle Tunes è un impegno totale e che non lascia spazio ad altro».

Quanto ha cambiato la tua vita Miracle Tunes?
«Tanto e poco, dipende dai punti di vista: poco perché le mie giornate scorrono come quelle di una qualsiasi quattordicenne; scuola la mattina, studio il pomeriggio e lezioni di canto e danza durante la settimana. Ma nello stesso tempo tanto perché essere riconosciuta dalle bambine per strada o sentire che urlano il mio nome ai live o ancora vederle vestite come me è qualcosa che emoziona tantissimo».

Ti senti un modello per i tuoi fans?
«Non mi ci sento ma so di esserlo. E questa è una grande responsabilità e che sento enormemente. Oggi si ha bisogno di riferimenti positivi ed io so di esserlo: studio, ho voti alti a scuola, non dico parolacce e mi ritengo essere una ragazza giudiziosa».

Cosa pensi che abbia maggiormente conquistato i fans che vi seguono da ormai un anno?
«Il fatto che io e le mie amiche Miracle trasmettiamo positività. E poi balliamo e cantiamo, le canzoni della serie sono bellissime… rimangono veramente nella memoria. Sono cariche di energia, solarità, ritmo, proprio come noi. E proprio attraverso la musica, la danza e il canto combattiamo per sconfiggere il male».

Quanto è stata importante la danza nella tua crescita?
«Tantissimo. La danza è una parte importante della mia vita. Se calcoliamo poi che papà è un ballerino famoso ed è stato un grande primo ballerino del teatro dell’opera. Così come nonna, nonno e lo zio (ride, ndr) capisci che è una grande responsabilità per me».

Da piccola hai partecipato ad alcune trasmissioni, e i video sono ancora disponibili in rete: che effetto ti fa rivederti allora a distanza di anni?
«Devo dire che non li riguardo quasi mai. Non amo molto guardarmi perché sono comunque molto critica con me stessa e trovo sempre 1000 difetti».

L’eroina che combatte il male con la musica, è una maschera che rappresenta anche quello che sei?
«Assolutamente sì. Io ballo e canto continuamente, e per questo sono sempre felice. Ricordo che un professore delle scuole medie parlando di me disse a mia mamma: ”Emily è il ritratto della felicità, è sempre allegra e ha una parola buona per tutti” . E quale modo migliore di essere felici se non con la musica?».

Cosa vuoi dire ai tuoi fans?
«Un grazie enorme! Perché senza di loro non ci sarebbe tutto questo. Continuate a sostenermi e a supportarmi che per me è la cosa più importante. Ed è grazie a tutti voi se sto vivendo un sogno dal quale non mi voglio svegliare».

Nella serie reciti con Greta Pierotti, volto popolare tra i più piccoli, che abbiamo avuto il piacere di intervistare tempo fa: come ti sei trovata con lei?
«La adoro. Ho legato tantissimo con lei, oltre che con le altre Miracle».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster