Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Anna Barbuto   Tutte le interviste tutte le interviste
Anna BarbutoTelegiornaliste anno XVI N. 14 (631) del 22 aprile 2020

Anna Barbuto, il calcio in rosa
di Giuseppe Bosso

Incontriamo Anna Barbuto, organizzatrice e volto del programma sportivo Il Calcio in Rosa, in onda sull'emittente Tv Campane, canale 645 del digitale terrestre.

Come nasce il progetto Il Calcio in rosa?
«Il Calcio in Rosa nasce 3 anni fa, dalla volontà dei miei editori di voler fare un programma sportivo diverso da quelli soliti e con la partecipazione delle donne. Così mi contattarono. A quel punto, ho ideato e organizzato qualcosa di veramente originale, che va a ridisegnare un po' lo standard televisivo, in cui per la prima volta le donne non fanno da cornice, ma sono vere e proprie protagoniste. Ma la cosa nuova è il ritmo stesso della trasmissione, che non abbraccia solo il lato sportivo, informativo e tecnico, ma anche il gossip e c'è una parte artistica che molto mi rappresenta, per i miei studi teatrali e cinematografici, e la mia forte passione per la musica. Quindi ogni puntata in studio c'è un musicista che canta e suona dal vivo (in questa stagione Davide Fiore) e poi un esibizione di danza, proposta da varie Accademie. E in occasioni speciali, mi propongo personalmente in esibizioni recitative. Tutto questo rende la trasmissione scorrevole e ritmata, con la partecipazione interattiva dei telespettatori, attraverso il numero WhatsApp e i sondaggi e quiz che proponiamo durante la settimana. Il lavoro da fare è duro, perché sono una perfezionista e curo tutto nei minimi dettagli, compresa la parte tecnica, però ne sono molto soddisfatta. Ringrazio Tv Campane e quindi i fratelli Marigliano per la fiducia, pur essendo una rete locale è all'avanguardia e ha grandi potenzialità. E voglio anche ringraziare la mia collaboratrice Preziosa Lombardi, ospite fissa della mia trasmissione e brava giornalista. Ovviamente ringrazio tutti i miei collaboratori, che mi affiancano in questo progetto».

Come vi siete organizzati per la sosta forzata dovuta all’emergenza virus?
«Stiamo vivendo un periodo difficile per tutti. Questa è la più grave emergenza mondiale dal secondo dopoguerra, e dobbiamo tutti ridimensionare le nostre vite. Dobbiamo tutti fermarci e seguire le istruzioni che il nostro Governo ci dà, per preservare la vita di chi sta in trincea a lottare per noi, come gli infermieri e tutto il personale sanitario e delle forze dell'ordine, e preservare la vita anche delle persone più a rischio, come i nostri genitori ed i nostri nonni. Dobbiamo stare a casa, poi dopo vedremo come riprendere piano piano. Comunque, oltre Il Calcio in Rosa, ci sarebbero dei progetti estivi molto interessanti, come gli anni precedenti, ma ne parlerò a tempo debito».

Come crede riprenderà l’attività agonistica e con quali prospettive?
«Difficile dirlo in questo momento. Dobbiamo prima uscire da questo tunnel e poi in base al periodo i vertici sportivi saranno chiamati a fare delle scelte importanti».

Qualcosa cambierà anche nella sua vita dopo questo momento?
«Ovviamente sì. Ma credo per tutti. Sarà difficile tornare alla vita di prima, ci sarà sicuramente un ridimensionamento generale».

Gattuso ha riportato entusiasmo all’ambiente Napoli dopo l’addio di Ancelotti?
«Direi più che entusiasmo... speranza. Personalmente, il fallimento di Ancelotti lo attribuirei a tutto il Napoli. Quindi anche giocatori e società. Ne ha fatto le spese Ancelotti, ma il meccanismo si è inceppato da parte di tutti. E ora Gattuso sembra essere il Salvatore della Patria. Speriamo. Comunque la sua grinta mi piace molto».

Indipendentemente da come potrà concludersi o meno questa stagione, quali crede siano le prospettive future del Napoli?
«Credo che il Napoli abbia imparato dai suoi errori e non ne commetterà altri. Ci sarà un ridimensionamento della rosa com'è giusto che sia, ma penso che questa squadra ha ancora molto da dimostrare, e sia i giocatori che la Società hanno voglia di vincere. Quindi sono molto ottimista».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster