Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Mary De Gennaro   Tutte le interviste tutte le interviste
Mary De GennaroTelegiornaliste anno XV N. 34 (616) del 11 dicembre 2019

Mary De Gennaro, in famiglia a Telenorba
di Giuseppe Bosso

Incontriamo Mary De Gennaro, giornalista e conduttrice del programma Mattino Norba, in onda su Telenorba.

Mary, cosa rappresenta per te il gruppo Norba?
«La mia seconda famiglia, che da 14 anni mi ha accolta e mi ha dato la possibilità di realizzare il mio sogno di diventare conduttrice e giornalista».

Mattino Norba si alterna al programma pomeridiano condotto da due conoscenze del nostro sito, Daniela Mazzacane e Grazia Rongo, in cosa cercate di distinguervi?
«Abbiamo orari diversi e siamo rivolti a un differente target, io lavoro con il mio autore Giorgio Gambino e il mio partner Antonio Procaci; sebbene siano programmi differenti, c’è un ottimo rapporto di amicizia tra di noi».

E a proposito di Grazia, alias Greis, come avrai notato anche tu sei stata ultimamente “oggetto” delle sue vignette…
«Sì, è stata per me una bellissima sorpresa, molto simpatica, che mi ha permesso di scoprire un mondo per me nuovo, quello delle vignette; è un vero talento il suo».

Rispetto alle tue precedenti esperienze lavorative cosa c’è di diverso in questa nuova avventura?
«Le levatacce mattutine – ride, ndr – cosa nuova per me; per il resto, dopo oltre 600 dirette che ho realizzato nel corso degli anni, penso di poter dire che è un ulteriore passo e gratificazione per me».

Sei reduce da tre anni di conduzione del programma pomeridiano al fianco di Michele Cucuzza: come ti sei trovata con lui?
«Molto bene, ho trovato armonia e collaborazione, è stata una “convivenza” che ha portato risultati positivi anche dal punto di vista degli ascolti».

I contenuti possono prevalere sul trash che va così di moda in questi anni?
«I contenuti sono importanti, alla fine è il pubblico il giudice definitivo, ed è quello che cerchiamo di fare, puntando sulla territorialità. Informare in modo divertente ed elegante, questo ci tengo a dirlo».

Ti senti realizzata?
«Sto vivendo un momento in cui mi rendo conto di quello che ho costruito negli anni. I sacrifici che ho vissuto mi hanno permesso di imparare tantissimo, e lo dico in ogni senso: negli anni mi sono occupata di tutto, dal montaggio dei servizi alla scelta delle musiche, realizzando servizi esterni in giro per il mio territorio e nel resto d’Italia. Sono soddisfatta di quel che ho costruito ma al tempo stesso sono consapevole che ho ancora tanta strada da fare. E la percorrerò».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster