Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Alessia Peraldo Eusebias   Tutte le interviste tutte le interviste
Alessia Peraldo EusebiasTelegiornaliste anno XV N. 25 (607) del 2 ottobre 2019

Alessia Peraldo Eusebias, impegno ogni giorno
di Giuseppe Bosso

Incontriamo Alessia Peraldo Eusebias, inviata di Studio Aperto.

Ricorda il suo primo servizio per Studio Aperto?
«Ho fatto il mio primo servizio per studio aperto due settimane dopo l’inizio dello stage, dovevo ancora acquisire dimestichezza col montaggio ma ricordo l’emozione di vederlo in onda! Per quanto riguarda il risultato invece... diciamo che è stato il punto di partenza per imparare!».

La giornata tipo di un’inviata sempre in giro.
«La giornata tipo di un giornalista televisivo in realtà è difficile da descrivere, un giorno non è mai uguale all’altro! Si arriva in redazione e in quel momento si scopre l’argomento o gli argomenti di cui bisognerà occuparsi nell’arco della giornata. A volte si resta in redazione, altre si esce a girare un servizio o a fare un’intervista. Capita spesso di dover stravolgere i propri programmi ma fa parte della normalità. È impossibile annoiarsi: è il bello di questo lavoro».

Non vorrebbe trattare argomenti più impegnativi di quelli che abitualmente segue?
«Non definirei spettacolo, cultura, arte o raccontare storie argomenti poco impegnativi... anzi! Nei servizi di cronaca si deve riportare i fatti come accadono. In quelli di colore, invece, c’è bisogno di creatività. Bisogna pensare a come impostare la sceneggiatura del servizio, scegliere la musica più adatta, a volte le clip dei film, cercare idee e spunti per il montaggio e per servizi sempre nuovi. Mi piace poter raccontare il bello del mondo, intervistare persone sugli argomenti più svariati e non occuparmi solo di notizie negative».

Si è mai dovuta confrontare con proposte indecenti o compromessi?
«Fortunatamente non mi sono mai trovata in situazioni spiacevoli e nemmeno di fronte a proposte indecenti. Dopo il “me too” credo ci sia maggiore sensibilità nei confronti di questi atteggiamenti maschilisti da condannare. Non solo le donne hanno imparato a dire di no, a non nascondersi e a denunciare, anche tanti uomini fortunatamente sono cambiati! Purtroppo non tutti».

Lavorare in un grande network è una conquista o una nuova ripartenza?
«Lavorare in un grande network è stata un’importante opportunità, è una grande soddisfazione ma soprattutto è una sfida che richiede ogni giorno impegno e dedizione».

Potrebbe in futuro valutare un’esperienza all’estero?
«Amo viaggiare, conoscere nuove città, nuove culture e sicuramente mi piacerebbe poterlo fare più spesso anche per lavoro. Un’esperienza fuori dall’Italia? Perché no!».

Da grande Alessia sarà…?
«Da grande Alessia spera di essere una donna felice ed orgogliosa di quello che ha costruito nella sua vita. Il lavoro non è tutto ma sicuramente fare ogni giorno il mestiere che si ama aiuta a vivere meglio!».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster