Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Maria Barresi   Tutte le interviste tutte le interviste
Maria BarresiTelegiornaliste anno XIV N. 15 (562) del 9 maggio 2018

Maria Barresi, il bello della Calabria
di Giuseppe Bosso

Incontriamo Maria Barresi, volto del Tg1, redazione cultura e autrice di vari libri.

La tua giornata tipo.
«Mi occupo di cultura e spettacoli in redazione, seguo il programma della settimana come uscite di film in sala ed eventi musicali; mi dedico anche alla scrittura, ho fatto romanzi di cui uno sul Crotone calcio».

Per la tua esperienza da giornalista come definiresti la parola cultura?
«È una ricchezza, uno scrigno di gioielli patrimonio che deve far parte di noi, nel viaggio della vita, il primo bagaglio da portare con noi».

Partire dal profondo sud alla metropoli, quali difficoltà ti ha portato?
«Cambiare città è stato difficile, passare dalla provincia alla città; è stato un salto importante, che poi ho ripetuto da Milano a Roma».

Non hai comunque reciso il legame con la Calabria.
«Sì, tutti i miei romanzi sono ambientati nella mia regione, sono orgogliosa di essere calabrese, viene al primo posto».

Parlando del tuo libro sul Crotone - Ma il cielo è sempre più rossoblù, edito da Minerva Edizioni, ndr - che da due anni malgrado le difficoltà riesce a resistere nella massima serie, si può dire che è un segno della riscossa del sud questa impresa sportiva?
«Sì, rappresenta un po’ il rinascimento calabrese, uno dei punti di forza su cui puntare oltre la cultura di cui la Calabria è ricca; lo sport è un valore aggiunto, il Crotone ha riportato la regione in serie A non solo in ambito calcistico; una terra che riemerge».

Qual è stata la tua più grande soddisfazione?
«Sicuramente essere una giornalista e una scrittrice che ha realizzato nella vita quello che era il suo sogno, scrivere ed essere giornalista, ed essere giornalista calabrese, ci tengo tantissimo a precisarlo, è il mio modo di vivere di cui parlo nei libri che scrivo, e mi fa sentire più forte. Giornalista nazionale ma legata alle sue radici profonde. Di recente poi vedere il Crotone salvarsi è stato un altro momento di soddisfazione, che ha permesso di parlare della Calabria in positivo e non in negativo».

Tg1 punto d’arrivo o di ripartenza?
«No, è una soddisfazione che però considero un punto di partenza, sento di dover ancora fare molta strada».


HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster