Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Intervista a Elisa Triani   Tutte le interviste tutte le interviste
Elisa TrianiTelegiornaliste anno XIV N. 25 (572) del 3 ottobre 2018

Elisa Triani, ho superato i pregiudizi
di Giuseppe Bosso

Da volto popolare di programmi come Passaparola e La Corrida a brillante giornalista e mamma felice. Quella di Elisa Triani è davvero una bella storia da raccontare.

Giornalista per caso o per passione?
«Giornalista per caso: ho iniziato come ballerina di danza classica a 5 anni poi mi sono diplomata alla Royal Dance di Londra; la mia vita era quella. Poi la televisione, la carriera come "letterina", La Corrida, trasmissioni sportive, sit-com. La svolta come giornalista è arrivata dalla proposta dell'azienda Mediaset che mi ha offerto un lavoro sicuro; lo spettacolo – a meno che non diventi subito un grande nome - non ti garantisce un futuro sicuro, poi vai nel dimenticatoio; l’opportunità di diventare giornalista mi ha permesso di crescere professionalmente, avere un lavoro sicuro bello ricco di stimoli e con testa: non sono solo più un corpo ma ho anche una testa pensante, che ho sempre avuta anche quando ero una donna di spettacolo».

È stato difficile farsi accettare dal mondo del giornalismo dopo la sua esperienza di conduttrice televisiva ed ex “letterina” di Passaparola?
«Non nego che su di me c’erano pregiudizi, ma poi mi sono fatta conoscere per quello che sono, entrando nel mondo del giornalismo in punta di piedi; rispettando sempre il lavoro dei colleghi».

La sua giornata tipo.
«Come quella di tante mamme - ho due bimbi - che lavorano che devono dividersi tra casa lavoro bambini: ma noi donne siamo capaci di mille risorse, e quando si fatto tutto con amore non pesa fare anche dei sacrifici; non posso lamentarmi ho un ottimo lavoro che mi piace, una famiglia, affetti veri... ogni giorno bisogna viverlo con entusiasmo e positività».

Qual è stato finora l’evento tra quelli che ha avuto modo di seguire che l’ha maggiormente coinvolta?
«Mi coinvolgono tutti i fatti di cronaca dove le vittime sono i bambini. Da mamma mi commuovo e delle volte ammetto che quando conduco il tg faccio fatica a raccontare queste tragedie; come l’ultima di Genova, mi si spezza davvero il cuore».

Si sente realizzata?
«Sì, mi sento realizzata e fortunata».

Mamma e giornalista insieme si può?
«Certo mamma e lavoro si può, si deve: ripeto, non sono l’unica e noi donne riusciamo a fare mille cose contemporaneamente su questo mi dispiace dirlo ma abbiamo una marcia in più».

Cosa farà Elisa da grande?
«Elisa è già grande, a 42 anni! E vive la vita giorno per giorno: il futuro lo si costruisce partendo dal presente».

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster