Homepage di www.telegiornaliste.com
HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO

Archivio Telegiornaliste anno XV N. 20 (602) del 12 giugno 2019
 
indice della pagina: Tgiste | Tutto TV | Donne
TGISTE Isabella Romano, con i piedi per terra di Giuseppe Bosso

Incontriamo Isabella Romano, da febbraio di quest'anno membro della redazione cronaca del Tg1 dopo una lunga esperienza a Rainews.

Com’è arrivata al Tg1?
«Come con Rainews24: una telefonata, una proposta e, quindi, un’occasione che non si può rifiutare. Il Tg1 è una sfida importante. Un’opportunità che cerco di onorare ogni giorno con impegno e responsabilità».

Dalla Basilicata al servizio pubblico, quali sono state le maggiori difficoltà che ha incontrato nel suo percorso?
«Lasciare casa e affetti, poco più che maggiorenni, per andare a studiare lontano non è facile. La vita cambia all'improvviso. Tanto studio, molti sacrifici, ma le soddisfazioni sono arrivate. E poi, non ho voluto rinunciare all'altra mia grande passione, la musica. Mi sono diplomata in Organo e Composizione organistica al Conservatorio di Perugia».

Qual è stato il servizio o l’esperienza a cui si sente maggiormente legata tra quelli realizzati?
«Il terremoto del centro-Italia nel 2016. Sono arrivata ad Amatrice quando si scavava ancora tra le macerie alla ricerca dei sopravvissuti. Non dimenticherò mai la determinazione dei soccorritori, gli sguardi dei familiari dei dispersi e delle vittime. E poi l'atmosfera surreale a Parigi dopo l'attentato del Bataclan, a novembre 2015. Per non parlare del processo Eternit. Difficile dimenticare la rabbia dei parenti delle vittime dopo la sentenza in Cassazione. Questo lavoro prende molto ma sa restituire anche tanto in termini di esperienza e umanità».

È stata spesso a L’Aquila, a dieci anni dal terribile sisma: che atmosfera ha trovato e cosa ha riscontrato nelle persone sopravvissute a quei terribili momenti?
«L'Aquila è ancora una città ferita, purtroppo. La conoscevo già da prima del terremoto del 2009. Tornarci è ogni volta un tuffo al cuore, ma ho fiducia. Quello dell'Aquila è un popolo tenace, ha una forza che trasmette speranza. Merita maggiore attenzione, ma sono sicura che ce la farà».

Da molti anni è seguita e capsata dai nostri utenti, come potrà vedere dal nostro forum: cosa pensa di questo interesse nei suoi confronti?
«È un interesse che fa piacere, indubbiamente. E aiuta anche a migliorarsi».

Segue qualche regola o accorgimento dal punto di vista del look?
«Nulla in particolare. Credo che l'eleganza sia innanzitutto sobrietà. L'autorevolezza del giornalista televisivo - proprio per il mezzo attraverso cui diffonde le notizie - passa anche dalla sua capacità di presentarsi in armonia con le situazioni da raccontare».

In futuro sarà…
«Felice di fare quello che amo. Sempre coi piedi per terra».
indice della pagina: Tgiste | Tutto TV | Donne
TUTTO TV Fiction d’eccellenza a Napoli di Giuseppe Bosso

Si è conclusa nel suggestivo scenario del Castello D'Alagno di Somma Vesuviana l'edizione 2019 di Napoli Cultural Classic, kermesse che anche quest'anno ha premiato le eccellenze che si sono distinte nei campi artistici, culturali e sociali, comprese quelle del piccolo schermo.

Applausi e consensi per i due attori spagnoli Mario Martin e Juanma Navas, rispettivamente Don Anselmo Savide de Il Segreto e Don Ramon Palacios di Una vita, serie iberiche trasmesse da Mediaset da anni, che hanno manifestato la loro gratitudine e riconoscenza per il pubblico italiano dimostrando anche, e contrariamente a quanto avevano sostenuto ("scusateci se non parliamo bene la vostra bella lingua"), dimestichezza con la lingua del Belpaese, a conferma di un rapporto sempre più stretto tra Italia e Spagna sul versante fiction come dimostra la nuova coproduzione, in onda in prima serata su Canale 5 in questi giorni, Lontano da te, con protagonisti Alessandro Tiberi e Megan Montaner.

Premiati anche tre popolari attori italiani che si sono distinti in due serie di grande successo: Romano Reggiani, interprete al fianco di Sabrina Ferilli ed Enzo Decaro di L'amore strappato, andato in onda su Canale 5, e direttamente da Gomorra, "Ronni" e "Tiziana", alias Roberto Olivieri e Daniela Ioia, quest'ultima in dolce attesa che non ha nascosto la gioia di questo momento per lei particolarmente felice sia sul versante professionale che su quello privato.
indice della pagina: Tgiste | Tutto TV | Donne
DONNE In bocca al lupo, Camila! di Antonia Del Sambro

Il tennis italiano orfano della pluripremiata Flavia Pennetta non ha avuto un vuoto cosmico vero e proprio grazie anche alla bella e brava Camila Giorgi che dal 2011 ha iniziato a farsi conoscere e apprezzare in tutti i tornei che contano portandosi a casa successi importanti e una certa fama che ha fatto tirare un sospiro di sollievo a tutti gli amanti del tennis italiano e di quello al femminile in particolare.

Camila nata a Macerata nel 1991 inizia a giocare all’età di cinque anni fino a che notata dal famoso talent scout del tennis mondiale, Nick Bolettieri, viene inviata ad allenarsi presso la sua accademia, iniziando così una carriera da professionista del tennis che la farà arrivare a disputare i tornei mondiali più prestigiosi e famosi.

La Giorgi è attualmente la tennista italiana con la migliore percentuale di vittoria di sempre contro le top ten ed è anche la migliore italiana di sempre nei risultati conseguiti su erba, oltre a essere l'unica italiana ad aver disputato cinque finali WTA indoor.

L’apice della sua carriera lo raggiunge l'anno scorso a Wimbledon arrivando ai quarti di finale. Il celebre torneo sull’erba che ha visto i migliori tennisti della storia sfidarsi sotto gli occhi della famiglia reale inglese, le tributa un grande successo e le dà il secondo titolo WTA e best ranking. Il 2018 è anche l’anno che la vede protagonista e vincitrice su molti campi e che fa sperare a tutti i tifosi italiani in un 2019 ad altissimi livelli e innumerevoli successi.

Invece Camila Giorgi si infortuna a un polso e dopo avere iniziato l’anno nel migliore dei modi agli Open di Australia ed essere ritornata nella nazionale italiana, deve subire uno stop che le fa rinunciare a molti tornei prestigiosi compresi gli Internazionali di Roma e l’ambito Roland Garros dopo che per ventisette volte consecutive si era presentata sui campi da tennis di tutto il mondo.

Per tutti i fan di Camila e per gli appassionati del tennis femminile non vedere una delle punte di diamante italiane gareggiare con atlete internazionali è stata dura, ma le notizie che arrivano sono buone e la Giorgi avrà tutta l’estate per potersi rimettere e tornare nel prossimo autunno a essere la tennista italiana più temuta nelle grandi competizioni.

Questo è l’augurio e l’in bocca al lupo di tutti per una delle eccellenze del nostro sport.
indice della pagina: Tgiste | Tutto TV | Donne

HOME SCHEDE+FOTO VIDEO FORUM PREMIO TGISTE TUTTO TV DONNE INTERVISTE ARCHIVIO
Facebook  Twitter

Telegiornaliste: settimanale di critica televisiva e informazione - registrazione Tribunale di Modena n. 1741 del 08/04/2005
Vietata la riproduzione, anche parziale, senza l'esplicito consenso del webmaster